Tutti sappiamo preparare la Carbonara (tranne i francesi… e mettiamo dentro pure i tedeschi) ma solo per quella di Luciano Monosilio si muovono anche dall’estero.

Eh già, Monosilio ha indissolubilmente legato il proprio nome alla tradizionale ricetta romana prima come chef del Pipero e poi facendone la principale protagonista del suo Luciano Cucina ItalianaIl segreto dietro a questo successo? Nessuno; o meglio, giusto un po’ di tecnica che col tempo tutti possiamo affinare: mantecatura sul vapore dell’acqua della pasta e niente passaggio dell’uovo sul fuoco.

Ancora scarsi risultati? Nessun problema, Luciano non scappa da Campo dei Fiori :)

Ingredienti per 4 Persone

  • 280 g di Spaghettoni
  • 200 g di Guanciale
  • 4 Tuorli
  • 30 g di Parmigiano
  • 20 g di Pecorino Romano
  • 20 g Pepe Nero

Preparare la Carbonara di Luciano Monosilio

  • Separate i tuorli dagli albumi;
  • Aggiungete il mix di Pecorino e Grana e il pepe macinato
  • Montate con forza aiutandovi con una frusta;
  • Tagliate il guanciale a quadretti di circa un centimetro;
  • Rosolate il guanciale in una padella antiaderente finché non diventa croccante;
  • Scolate il grasso del guanciale man mano che si forma e tenetelo da parte;
  • Lasciate riposare il guanciale e intanto preparate la pasta;
  • Cuocete gli spaghettoni in abbondante acqua salata;
  • Scolate la pasta e mantecate nella salsa sopra al calore dell’acqua (potete scolare solo parte dell’acqua degli spaghetti e sfruttare quella rimanente);
  • Mantecate con forza e aggiungete il guanciale;
  • Fuori dal fuoco aggiungete un poco di acqua di cottura;
  • In fase terminale aggiungete un poco del grasso del guanciale tenuto da parte

Presentazione

  • Aiutandovi con un mestolo fate un nido con gli spaghetti e mettetelo al centro del piatto;
  • Macinate ancora un po’ di pepe e guarnite con il mix di formaggi.

 

Luciano Monosilio

Risotto con Zucchine e Menta
Risotto agli Asparagi Cotti/Crudi