Ci sono due ingredienti che non possono mai mancare nel frigorifero della casa in Sardegna: pecorino e salsiccia sarda. La Sardegna è terra di pasta fresca (i malloreddus) e ripiena (i culurgiones) e il risotto non è proprio una tradizione.

Al contrario è diffusissima la fregola, che segue lo stesso procedimento di cottura del risotto. Per questo l’esperimento, a mio parere riuscito, sembrava ancora più intrigante. Che ve ne pare?

Scrivetelo nei commenti :)

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di Riso Carnaroli
  • 250 g di Salsiccia Sarda
  • 600 g di Panna Fresca
  • 200 g di Pecorino di Sardegna
  • Vino Bianco Secco
  • 1 L di Brodo di Carne
  • Burro
  • 1 Cipolla

Preparazione del Risotto ai Profumi di Sardegna

Per la Fonduta di Pecorino

  1. Ridurre la panna fresca della metà del volume su fuoco medio;
  2. Filtrare, unire il pecorino e mixare fino ad ottenere un composto liscio e denso;
  3. Tenere da parte;

Per il Risotto

  1. Tritare finemente la cipolla e farla appassire nel burro in una pentola;
  2. Aggiungere il riso e tostarlo fino a che non è caldo;
  3. Sfumare con il vino bianco;
  4. Portare a cottura aggiungendo il brodo;
  5. Nel frattempo, tagliare a cubetti la salsiccia e tostarla per qualche minuto in una padella;
  6. Terminata la cottura mantecare il risotto con la fonduta di pecorino e una noce di burro;
  7. Aggiungere la salsiccia;

Presentazione

  1. Servite il risotto su piatti piani, avendo cura di battere sul fondo di questi per ottenere una migliore presentazione.

Sardegna

Risotto ai Gamberi con Profumo di Agrumi
Malloreddus alla Campidanese