Foo-(d)-SA: The Road to New Orleans

Tennessee

Tennessee, culla della musica del Nord America: Nashville (la capitale) e Memphis (la città più popolosa) sono famose per la musica country e blues. Nella prima si trova la Country Music Hall Of Fame, proprio di fianco all'avveniristico Music Centre. Beale Street è invece l'iconica via di Memphis; qui, locali con musica live si susseguono ininterrotti. 

Casa della musica ma anche di grandi piatti della tradizione americana: tra tutti il famoso pollo fritto, panatura croccantissima e carne morbida e succosa; seguito dal BBQ Memphis Style. In questo particolare tipo di Barbecue, uno dei quattro principali negli USA, si usa prevalentemente il maiale, costine o spalla. La carne viene affumicata e cotta lentamente, in questo modo rimane tenerissima, e servita con abbondante salsa BBQ fatta in casa.

Nashville

Another Broken Egg Cafe

 Eggs Blackstone Benedict

Eggs Blackstone Benedict

Oltre alla suddetta Hall Of Fame, la città non ha ulteriori attrazioni da offrire; quindi ci siamo solamente fermati a fare colazione in questo locale consigliatoci da dei poliziotti. Parlare di colazione negli Stati Uniti equivale a parlare di brunch domenicale qui da noi, solamente ripetuto per tutta la settimana. Ovviamente qualunque piatto prevede almeno tre o quattro diversi ingredienti (tra cui uova e bacon) e anche i dolci (come i pancakes che ho preso) sono immancabilmente accompagnati da qualcosa di salato (ancora uova e bacon).

Se siete tipi da colazione salata allora le Eggs Blackstone Benedict sono quello che fanno per voi! Porzione abbondante servita in una specie di padella di terracotta, coloratissime e gustosissime.

Se siete per i dolci bisogna provare almeno una volta nella vita i famosi pancakes, onnipresenti in film e serie Tv come i Simpson. Ce ne sono parecchie varietà: al cioccolato, con frutti di bosco, con formaggio e chi più ne ha più ne metta; davvero per tutti i gusti.

Mixed Berry Pancakes

Memphis

Central BBQ

Pulled Pork Burger

Anche Memphis non offre troppi luoghi da visitare: una passeggiata su Beale Street, magari fermandosi in un locale ad ascoltare della buona musica; una visita al Fedex Forum se siete appassionati di Basket. Una tappa che però non deve mancare è il Lorraine Motel, il luogo dove Martin Luther King è stato assassinato è oggi la sede del Museo dei Diritti Civili; un viaggio nella storia, spesso oscura, di questo paese e il racconto di come milioni di persone sono riuscite ad ottenere diritti a volte anche elementari. 

Di fianco al museo di trova il Central BBQ, fondato nel 2002 e in pochi anni ospite fisso tra i primi tre ristoranti della città. Il quartiere, a dirla tutta, non sembra essere così rassicurante e il locale non è certo un ristorante a tre stelle ma è in questi posti, soprattutto in America, dove si possono fare ottime esperienze, ancor di più che in ristoranti rinomati.

Come spesso succede, si ordina e si paga prima di sedersi; tutto viene preparato al momento ma l'attesa non è lunga. Trovandoci in uno dei capoluoghi del barbecue a livello mondiale, a maggio si svolge annualmente il World Championship Barbecue Cooking Contest, la scelta dei piatti è stata semplice: brisket, ribs e pulled pork insieme a dei pulled pork nachos, tra i piatti preferiti dai locali. 

Il maiale è morbido e succoso e la salsa barbecue offre un gustoso retrogusto dolce, soprattutto non viene a noia dopo pochi bocconi come successo qualche volta in Italia a causa di condimenti davvero troppo pesanti. La carne delle costine invece, complice la lunga cottura, è talmente tenera che le ossa potrebbero essere sfilate senza problemi. Il quid in più della carne è sicuramente dato dalla affumicatura che precede la cottura, aspetto molto spesso sopravvalutato alle nostre latitudini.

Pulled Pork Nachos

Mississippi

Shrimp and Grits (Gamberi e Semolino)

Lo stato che prende il nome dal maestoso fiume che lo attraversa raccoglie in sè numerose tradizioni culinarie, come gli stati suoi vicini. La presenza del fiume e lo sbocco sul Golfo del Messico rendono pesce e crostacei dei protagonisti della cucina locale. Famosissimi sono i gamberi del Mississippi, cui è anche dedicato un festival, e le aragoste; tra i pesci la fa da padrone il pesce gatto. Oltre alle specialità di mare e di fiume anche il Mississippi ha una tradizione di barbecue anche se non importante come quella del Texas o del Tennessee.

Un altro piatto tipico è il Shrimp and Grits, un piatto di gamberi e semolino che trae le sue origini nel diciannovesimo secolo nelle tribù indiane che vivevano in queste terre. Dal 1985 la sua popolarità è scoppiata da quando è stato proposto da Bill Neal al Crook's Corner. Da allora numerose varianti si sono diffuse in tutto il sud del paese fino alla nascita dello Shrimp & Grits Festival.

Natchez

La strada da Memphis a New Orleans è lunga e ci sono almeno un paio di buone ragioni per fermarsi in questa caratteristica cittadina: è l'arrivo della famosa Natchez Trail Parkway, una strada che segue le orme di un sentiero tracciato dagli antichi pionieri e che si snoda all'interno di una lussureggiante foresta (ottima alternativa alle solite highway, anche se leggermente più lunga) ed è un'ottima occasione per visitare una città che sembra uscita da un film di Hollywood.

 Pomodori Verdi Fritti

Pomodori Verdi Fritti

Rolling River Bistrot

Il locale si trova sulla via principale in una zona piuttosto centrale della cittadina. Glia spazi sono abbastanza ristretti ma si riesce a mangiare senza stare addossati agli altri clienti, la presenza di un paio di cantanti che si alternano nel corso della serata dà un tono di rustico nonostante nella sala in cui si trovano sia abbastanza difficile riuscire a parlare con chi ci sta di fronte.

I piatti sono tutti molto tipici, dall'insalata di gamberi in stile Caesar ai pomodori verdi fritti, un vero must in queste zone la cui ricetta cambia da città a città. Avvicinandosi al mare iniziano a comparire sempre di più i piatti a base di ostriche: crude, fritte e in padella. Certamente l'ultima cosa che mi sarei aspettato è di vederle sopra un piatto di tortellini, tra l'altro anche multicolor; cose da far impallidire Bruno Barbieri.

Ostriche e Tortellini