Scuola di Cucina: Tirare la Pasta a Macchina

Una volta preparata la nostra pasta fresca (lo abbiamo visto qui) è arrivato il momento di tirarla e di trasformarla nei formati che preferiamo. Ricordate che ogni formato necessita di spessori differenti: per le paste ripiene è necessaria una sfoglia sottile, per tagliatelle o fettuccine ne occorrerà uno più spesso. Esistono due modi per tirare la pasta: a mano col mattarello, più lungo e che necessità di maggiore manualità, o con l'apposita macchina, più veloce e semplice.

Procedimento

  1. Prendete della pasta dal panetto (che avvolgerete di nuovo nella pellicola per evitare che si secchi) schiacciatela con le mani e infarinatela, poi passatela tra i rulli iniziando dallo spessore maggiore;
  2. Infarinate leggermente i due lati, ripiegate un lembo e poi l'altro verso il centro e poi ripassate a macchina;
  3. Ripetete il passaggio 2 per circa cinque/sei volte;
  4. Adesso potete tirare la pasta riducendo ad ogni passaggio lo spessore;
  5. Ogni tanto infarinate la sfoglia per evitare che si attacchi su se stessa o al piano di lavoro;
  6. Una volta ottenuto lo spessore desiderato, potete tagliarla nel formato che preferite (a coltello o con la macchina se possiede anche questi accessori).
IMG_1628.JPG

Scuola di Cucina: La Pasta Fresca

La pasta fresca è una vera e propria arte, soprattutto in Emilia Romagna. In questi ultimi anni è tornata in voga la pratica di prepararsi la pasta da soli in casa; perché vuoi mettere il vantarsi coi propri ospiti che quella pasta così buona non arriva dal supermercato ma direttamente dalla vostra cucina? E se pensate che sia qualcosa di lungo e complicato non preoccupatevi: ci vogliono circa 10/15 minuti per impastare, 30 minuti di riposo e altri 15 minuti per tirare e ottenere i diversi formati... In un'ora il gioco è fatto e potete dedicarvi al resto.

Ingredienti

  • 400 g di Farina 00 
  • 4 Uova
  • Un Pizzico di Sale

Procedimento

  • Su una spianatoia di legno disponete la farina a fontana e versatevi le uova leggermente sbattute e il sale;
  • Mischiate gli ingredienti con la punta delle dita e iniziate ad incorporare la farina spingendola verso il centro;
  • Continuate finché non avrete incorporato tutta la farina e gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene;
  • Lavorate finché le uova non sono state assorbite dall'impasto, questo deve essere morbido; se appiccicoso, aggiungete farina;
  • Iniziate a tirare l'impasto col palmo in maniera energica allontanandolo da voi mentre lo tenete con l'altra mano; 
FullSizeRender.jpg

 

  • Coprite e lasciate riposare l'impasto per almeno 30 minuti o un'ora. 

Scuola di Cucina: Puliamo i Gamberi

L'estate ormai è arrivata: vacanze, mare, pesce, sapori freschi e tanto tempo libero per provare ricette nuove. Quindi perché non imparare subito come maneggiare uno degli ingredienti più ambiti delle pescherie italiane? E settimana prossima troverete una ricetta per provarli subito! 

Procedimento

  • Puliamo accuratamente i gamberi sotto acqua corrente
FullSizeRender.jpg
  • Con un coltello separiamo la testa dal carapace
  • Molto delicatamente facciamo pressione sulle giunture sul lato inferiore del carapace all'altezza delle zampe (deve fare un leggero crack)  
FullSizeRender.jpg
  • Facendo attenzione sfiliamo la coda dal carapace
FullSizeRender.jpg
  • Con un coltello affilato facciamo un taglio sulla parte superiore della coda in modo tale da riuscire a eliminare l'intestino  
FullSizeRender.jpg
FullSizeRender.jpg
  • Siamo pronti per cuocerli: in padella, al vapore o alla griglia; l'importante è cuocerli per breve tempo per evitare che la carne diventi asciutta e stopposa