Risotto alla Finta Carbonara

Se c'è una cosa che davvero mi piace della cucina è che si può improvvisare con qualunque ricetta: si può partire dalla tradizione e creare qualcosa di assolutamente unico e nuovo. Ecco quindi che i pizzoccheri possono diventare un raviolo (come succede da Zibo) e la pasta alla carbonara si trasforma in un risotto i cui colori ricordano quelli della mitica ricetta romana. Così il giallo delle uova diventa l'oro dello zafferano, il guanciale speck e al posto del pecorino una crema di grana.

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di riso carnaroli
  • 1/2 cipolla bianca
  • Un bicchiere di vino bianco fermo
  • Zafferano
  • Olio EVO
  • 240g di burro freddo di freezer
  • Grana Padano (grattugiato)
  • Speck tagliato a listarelle
  • 1 L di brodo di carne

 

Preparazione

  • Preparate il soffritto con olio, poco burro e cipolla tritata finemente;
  • Stufate la cipolla per qualche minuto e poi fate tostare il riso per 3/4 minuti (fino a che i chicchi non sono caldi);
  • Sfumate con il vino bianco;
  • Aggiungete mano a mano che evapora il brodo e continuate la cottura mescolando per circa 15 minuti;
  • Durante la cottura del riso, rosolate lo speck in una padella finché non diventa croccante;
  • Aggiungete lo zafferano e continuate a mescolare;
  • Mantecate fuori dal fuoco aggiungendo il  burro freddo, il grana grattugiato e lo speck croccante;
  • Nel microonde scaldate per un minuto e mezzo una fetta di speck: deve diventare croccante e verrà usata come decorazione;
  • Posizionate in una ciotola del grana e aggiungetevi un mestolo di acqua calda o di brodo, mescolate con una forchetta o con una frusta fino a raggiungere la consistenza desiderata;

Presentazione

  • Disponete al centro di un piatto piano il riso (aiutatevi con un secondo piatto nel passaggio pentola-piatto;
  • Battete con la mano sul dorso del piatto per stendere il risotto;
  • Al centro posizionate la fetta croccante di speck;
  • Decorate con la crema di grana.
IMG_0673.JPG

Risotto alla Milanese

 La storia del piatto che rappresenta la tradizione culinaria Milanese affonda le sue radici addirittura nel sedicesimo secolo. Secondo un manoscritto il piatto nacque durante le nozze della figlia di Mastro Valerio di Fiandra (impegnato con le vetrate del Duomo) grazie all’aiutante di quest’ultimo, Zafferano. Il giovane aiutante, si dice, aggiunse un po’ della preziosa spezia al risotto preparato dal cuoco; il color oro del piatto riscosse talmente tanto successo tra gli invitati che la ricetta si diffuse in tutta Italia ed è arrivata fino a noi. 

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di riso carnaroli
  • 1/2 cipolla bianca
  • Un bicchiere di vino bianco fermo
  • Zafferano 
  • Olio EVO
  • 240g di burro freddo di freezer
  •  Grana Padano (grattugiato)
  • 1 L di brodo di carne

 

Preparazione

  • Preparate il soffritto con olio, poco burro e cipolla tritata finemente;
  •  Stufate la cipolla per qualche minuto e poi fate tostare il riso per 3/4 minuti (fino a che i chicchi non sono caldi);
  • Sfumate con il vino bianco;
  • Aggiungete mano a mano che evapora il brodo e continuate la cottura mescolando per circa 15 minuti;
  • Aggiungete lo zafferano e continuate a mescolare;
  • Mantecate fuori dal fuoco aggiungendo il  burro freddo e il grana grattugiato;

Presentazione

  • Disponete al centro di un piatto piano il riso (aiutatevi con un secondo piatto nel passaggio pentola-piatto; 
  • Battete con la mano sul dorso del piatto per stendere il risotto; 
  • Decirate con qualche pistillo di zafferano e un altro po’ di grana. 
IMG_0573.JPG

Risotto alla Stracciatella di Burrata, Zafferano

 Da un’idea dello chef Alessio Devidè dell’Osteria Altran in provincia di Udine. Una ricetta per un risotto cremoso e delicato, perfetto per stupire i vostri amici con una serata da veri gourmet.

Ingredienti per 4 Persone  

  • 300 g di Riso
  • 3 Scalogni
  • 180 g di Stracciatella di Burrata
  • 100 g Panna Fresca
  • Latte
  • 2 dl Vino Bianco
  • 1/2 dl Aceto  
  • Brodo Vegetale
  • Amido di Mais
  • Parmigiano
  • Burro
  • Olio EVO

Preparazione

Salsa allo Zafferano

  • Lasciate ridurre di due terzi un dl di vino bianco e 1/2 dl di aceto con i tre scalogni tritati fini a fuoco basso;  
  • Aggiungete lo zafferano e due dl di brodo vegetale; 
  • Portate a bollore e legate con l’amido; 
  • Salare e pepare; 
  • Lasciate lo zafferano in infusione fino a che  non si è raffreddata e poi filtrate.

La Stracciatella  

  • Frullate la Stracciatella e la panna ad alta velocità (io ho usato il frullatore ad immersione); 
  • Portatela lentamente a 58 gradi Centigradi in modo tale da sciogliere completamente il formaggio senza filare (in questo caso ho utilizzato il termometro da carne, senza danni irreparabili); 
  • Ritirate e tenete al caldo. 

Il Risotto

  • Soffriggete dello scalogno tritato il olio Evo, aggiungete il riso e fatelo tostare finché non è caldo (potete verificarne la temperatura semplicemente con la mano); 
  • Sfumate col vino bianco; 
  • Una volta evaporato il vino aggiungete parte della stracciatella e una presa di Parmigiano;  
  • Continuate a cuocere il riso con il latte tiepido aggiungendolo di tanto in tanto (quando sta per evaporare completamente)
  • A cottura quasi ultimata unite la restante Stracciatella e aggiustate di sale e pepe;
  • Togliete dal fuoco e mantecate con del burro ghiacciato appena tolto dal freezer; 

Presentazione

  • In un piatto piano disponete il risotto con un cucchiaio; 
  • Battete sul fondo per “spalmarlo” sul piatto; 
  • Guarnite lasciando cadere a goccia la salsa allo zafferano; 
  • Decorate con pistilli di zafferano. 

Suggerimenti 

  • Per evitare di andare in confusione seguendo tre o quattro pentole sul fuoco, portatevi avanti preparando prima la Stracciatella e la salsa allo Zafferano
IMG_0443.JPG

Pollo Fritto "USA Style"

 Cosa c’è di più americano del pollo fritto? Probabilmente niente. Dorato, croccantissimo all’esterno ma tenero e succoso all’interno. Il bello di questo piatto è che è super-personalizzabile: dalla panatura (con latticello, uova e pangrattato o pastella) alle spezie nella farina fino ai pezzi di pollo utilizzati.

Ingredienti per 4 Persone

  • Cosce di Pollo 250 g
  • Sovracosce di Pollo 250 g
  • Paprika q.b.
  • Peperoncino in Polvere q.b.
  • Yogurt Magro Bianco 100 g
  • Latte scremato 100 g
  • Farina q.b.
  • Olio di semi q.b.
  • Rosmarino, Alloro, Timo q.b.

Preparazione

Il Latticello

  • Per prima cosa prepariamo il latticello in cui marinare il pollo;
  • In una pirofila grande aggiungete il latte e lo yogurt e mescolate con una frusta;
  • Lasciate riposare per circa dieci minuti aggiungendo dei rametti di timo e rosmarino e qualche foglia di alloro;

Il Pollo

  • In un sacchetto gelo mischiate la farina con le spezie, scuotete il sacchetto per amalgamarle bene;
  • Lasciate marinare il pollo nel latticello per circa 10/15 minuti;
  • Inserite i pezzi di pollo nel sacchetto con la farina e scuotete;
  • Ripetete il procedimento ancora una volta, ribagnate il pollo nel latticello e poi reinfarinatelo;
  • In un tegame dai bordi alti fate scaldare l'olio per friggere;
  • Quando raggiunge la temperatura giusta (inserite uno stuzzicadenti per controllare: se si formano delle bollicine allora è pronto) immergete il pollo;
  • In base ai pezzi di pollo che state usando i tempi di cottura saranno diversi: 5 minuti per il petto, 10 per le ali, 13/15 per i fusi e 15/18 per le sovracosce;
  • Raccogliete il pollo con una schiumarola e lasciatelo riposare su della carta assorbente;
  • Servitelo caldo insieme a qualche salsa come la maionese o la salsa BBQ.

Suggerimenti

  •  E' preferibile il tegame a bordi alti alla padella al momento di friggere per evitare che l'olio abbia differenti temperature tra bordi e centro del recipiente;
  • Olio migliore per friggere è quello di semi, soprattutto di arachidi, perché ha un punto di fumo più alto ed è delicato; in ogni caso, anche l'olio di oliva può essere utilizzato.
FullSizeRender.jpg

Vitello Tonnato

Una delle ricette tipiche della tradizione italiana, piemontese per essere precisi; leggero antipasto ma anche ottimo come secondo. Il girello può essere preparato sia arrosto che bollito, qui vi propongo la prima versione.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 girello da 1 kg
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 200ml di vino bianco  
  • 500 ml di brodo vegetale  
  • 1 mazzetto aromatico (pepe in grani, timo, rosmarino, alloro) 
  • Sale
  • Pepe
  • Olio Evo

Per la Salsa

  • 100 gr di maionese

  • 100 gr di tonno sott’olio o al naturale

  • Succo di mezzo limone

  • 40 gr di capperi

  • 2 filetti di acciuga

  • Olio extravergine di oliva

Preparazione

  • Legate il girello con dello spago da cucina, salateli e pepatelo; 
  • Rosolatelo in una casseruola con un filo d'olio, quando ha acquistato colore trasferitelo su un vassoio; 
  • Rosolate le verdure, lavate e tagliate a pezzi, insieme a dell'olio e al mazzetto aromatico;
  • Aggiungete la carne e sfumate con il vino, lasciatelo evaporare e quindi coprite; 
  • Lasciate cuocere per 45/50 minuti girando spesso il girello; 
  • Ogni tanto aggiungete del brodo, così da evitare che le verdure si brucino; 
  • Terminata la cottura, togliete il girello dalla casseruola e lasciatelo raffreddare; 
  • Quando tiepido, slegateli e tagliatelo a fette sottili; 

La salsa  

  • Dissalate i capperi sotto acqua corrente e poi asciugateli con della carta da cucina;
  • In un frullatore sistemate i capperi, il tonno ben sgocciolato e la maionese;
  • Frullate fino ad ottenere una salsa vellutata e liscia; 
  • Aggiungete le acciughe dissalate e sgocciolate insieme a due cucchiai di olio di oliva e frullate fino a raggiungere la consistenza desiderata. 

Presentazione

  • In un piatto piano posizionate le fette in una fila ripiegandole su loro stesse; 
  • Con un cucchiaio, distribuite la salsa; 
  • Decorate con qualche goccia d'olio e dei capperi. 

 

IMG_0233.JPG

Salmone Croccante con Smashed Potatoes e Spinaci

 Il salmone è senza dubbio il tipo di pesce che preferisco: si può mangiare in svariate maniere e si accompagna bene ad un sacco di ingredienti e salse diversi. In questa ricetta dall'aria "inglese" lo accompagno con delle Smashed Potatoes e degli spinaci. L'aggiunta del succo di limone riesce ad equilibrare alla perfezione tutti i sapori.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 filetti di Salmone  
  • 600 g di patatine rosse (già bollite per 15/20 minuti)
  • 500 g di spinacino novello  
  • 1 Limone
  • Dei rametti di Timo
  • Olio
  • Sale e Pepe
  • Aglio

Preparazione

  • Controllate che il salmone sia spinato e squamato per bene, con un coltello affilato praticate 3/4 tagli poco profondi nella pelle così da far cuocere la carne in modo più uniforme;
  • Condite i filetti con sale e pepe su tutti i lati;
  • In una padella calda, con un filo d'olio, cuocete il salmone dalla parte della pelle;
  • Dopo qualche secondo giratelo e aggiungete due spicchi d'aglio e dei rametti di timo;
  • Giratelo nuovamente dalla parte della pelle e aggiungete due noci di burro;
  • Continuate la cottura a fuoco basso per 6/8 minuti, trascorso questo tepo, lasciatelo a riposare;
  • Nel frattempo prepariamo le patate: ponetele su un tagliere, conditele con un filo d'olio e schiacciatele col palmo della mano;
  • Conditele con sale e pepe;
  • In una padella calda, con un filo d'olio, cuocete le patate;
  • Man mano che si colorano giratele con una spatola e aggiungete una noce di burro;
  • Non preoccupatevi se si rompono, quello è il risultato che vogliamo ottenere;
  • Aggiungiamo lo spinacino alle patate assieme a del succo di limone e della buccia di limone grattuggiata;

Presentazione

  • In un piatto fondo, ponete al centro le patate e gli spinaci;
  • Sopra di essi appoggiate il salmone con la pelle rivolta verso l'alto;
  • Terminate guarnendo con una salsa aioli (che si sposa molto bene con questo piatto) e con del succo di limone sul salmone.

 

IMG_0155.JPG

Malloreddus alla Campidanese

 Malgrado ciò che si possa essere portati a credere, la tradizione gastronomica sarda è più di terra che di mare; ne sono esempio piatti come la Zuppa Gallurese, il Porceddu arrosto o i famosi Malloreddus alla Campidanese. Il campidano è una regione di pianura della Sardegna Meridionale, i malloreddus sono un tipo di pasta fresca tipico di questa regione. Il loro nome deriva da  malloru  (toro), i malloreddus sono dunque, nell'immaginario agricolo, la rappresentazione dei vitellini. Le versioni di questa ricetta sono numerose: c'è chi usa lo zafferano e chi un solo tipo di salsiccia; ecco a voi la mia.

Ingredienti per 4 Persone

  • 500 g di Malloreddus Freschi
  • 400 g di Salsiccia Fresca al Finocchio
  • 200 g di Salsiccia Sarda Secca
  • 75 g di Cipolla
  • 750 ml di Passata di Pomodoro
  • Sale  
  • Pepe
  • Pecorino

Preparazione

  • Per prima cosa togliete il budello alla salsiccia fresca e sgranatela; 
  • Tagliate a cubetti la salsiccia sarda e tostatela brevemente in padella; 
  • In una pentola antiaderente lasciate soffriggere la cipolla in poco olio finché non si colora; 
  • Aggiungete la salsiccia fresca e fate rosolare per circa 10/15 minuti mescolando spesso; 
  • Unite la passata di pomodoro e la salsiccia secca e lasciate a cuocere a fuoco basso con il coperchio per un'ora; 
  • Cuocete i malloreddus in abbondate acqua salata, scolateli al dente e uniteli al sugo; 
  • Serviteli ben caldi con un'abbondamte grattugiata di pecorino sardo.
FullSizeRender.jpg

Spaghetti alle Vongole

Proseguiamo con delle ricette estive tipiche dei nostri mari; oggi scopriamo come preparare degli ottimi spaghetti alle vongole incredibilmente golosi e cremosi. Questa è la versione "in bianco" ma , come dice Antonino Cannavacciuolo, "se ti piace il pomodoro, allora mettici sto c***o di pomodoro".

Ingredienti per 4 persone  

  • 400 g di spaghetti
  • 800 g di vongole
  • 1 spicchio d’aglio
  • Peperoncino
  • Prezzemolo tritato
  • Olio EVO

Preparazione

  • Per prima cosa lasciamo spurgare le vongole in acqua e sale (30 g per litro) per 2 ore, cambiando l'acqua dopo 1 ora;
  • Scartate quelle rotte o già aperte del tutto; 
  • Fate bollire la pasta in acqua poco salata; 
  • In una padella larga fate soffriggere lo spicchio d'aglio con peperoncino e prezzemolo (attenzione a non far bruciare quest'ultimo altrimenti diventa amaro); 
  • Una volta che l'aglio è imbiondito gettate le vongole a manciate;
  • Fate saltare a fiamma viva per 30 secondi, aggiungete un mestolo di acqua della pasta e fate evaporare; 
  • Evaporata l'acqua copriamo con un coperchio e abbassiamo la fiamma; 
  • Continuiamo a cuocere per 30 secondi; 
  • Quando le vongole si sono aperte avete due scelte: lasciarle col guscio o sgusciarle una per una e metterle da parte e aggiungerle in seguito mentre salate gli spaghetti nel sughetto;
  • Scolate la pasta molto al dente e terminate la cottura in padella insieme alle vongole per 2/3 minuti:
  • Servite ben caldi aggiungendo un'ultima spruzzata di prezzemolo tritato. 

 

 

FullSizeRender.jpg
FullSizeRender.jpg

Spaghetti ai Ricci di Mare

Avete presente quel profumo di mare che si avverte quando ci si avvicina alla spiaggia? Adesso trasformate quel profumo in un'esplosione di sapori all'interno della vostra bocca grazie ad un solo ingrediente: le uova dei ricci di mare. 

I ricci di mare le cui uova vengono consumate a tavola appartengono alla specie Paracentrotus lividus (erroneamente identificati come "ricci femmine"). Normalmente sono acquistabili in pescheria ma se siete dotati di un po' di spirito avventuriero potreste anche procurarveli da soli; dando prima un'occhiata alla normativa che ne regolamenta la pesca.  

Vediamo ora come utilizzarli per la nostra ricetta. 

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di Spaghetti
  • 150 g di Uova di Ricci
  • Olio EVO
  • Sale
  • 3 Tuorli

Preparazione

  • Per prima cosa mettere a bollire una pentola di acqua e calate gli spaghetti; 
  • Separate i tuorli dagli albumi di 3 uova; 
  • In una grande coppa (in cui servire poi gli spaghetti) sbattete con una forchetta i tuorli e le uova di riccio amalgamando bene il tutto; 
  • Aggiungete tre cucchiai di olio e infine salate a piacere;
  • Scolate gli spaghetti al dente e saltateli nella coppa insieme al condimento; 
  • Servite ben caldi. 
FullSizeRender.jpg

Panna Cotta con Cioccolato

Per il primo dolce che ho voluto preparare ho scelto una ricetta davvero semplice; i risultati sono stati davvero ottimi e senza eccessivi danni alla cucina :). In futuro tenteremo qualcosa di più impegnativo!

Ingredienti

  • 400 ml di panna intera
  • 70 g di zucchero
  • 2 baccelli di vaniglia
  • 2 fogli di gelatina
  • 250 g di cioccolato fondente
  • Latte 

Preparazione

  • Lasciamo ammorbidire la gelatina in una coppa di acqua fredda per qualche minuto;
  • Su un tagliere estraiamo i semi dai baccelli di vaniglia: tagliamo longitudinalmente il baccello e raschiamo accuratamente i semi con il dorso del coltello;
  • Portiamo 250 ml di panna ad ebollizione con lo zucchero e i semi di vaniglia;
  • Togliamo la pentola dal fornello, aggiungiamo la panna rimanente e la gelatina ammorbidita;
  • Mescoliamo con una frusta finché la gelatina non si scioglie;
  • Riempiamo 4 stampi con la formula, copriamo bene e lasciamo riposare in frigo per almeno 4 ore;
  • Poco prima di servire prepariamo la crema di cioccolato facendo fondere in un pentolino antiaderente il cioccolato a pezzettini con un goccio di latte.
IMG_9576.JPG

Fettuccine al Lardo

Un primo piatto davvero molto saporito; alla forza del lardo si unisce la freschezza di basilico e prezzemolo per creare una combinazione davvero particolare. E in più sono facilissime da preparare!

Ingredienti per 4 Persone

  • 320 g di Fettuccine
  • 2 rametti di Prezzemolo
  • 1 rametto di Basilico
  • 1 cipolla piccola
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 50 g di Lardo
  • 40 g di pecorino grattugiato
  • Sale e Pepe

Preparazione

  • Laviamo il prezzemolo, eliminiamo il gambo e tritiamolo grossolanamente;
  • Laviamo il basilico, eliminiamo il gambo e tagliamolo a strisce sottili;
  • Sbucciamo e tagliamo la cipolla a dadini, facciamola rosolare insieme al lardo (tagliato a cubetti o a striscioline) in una padella;
  • Cuociamo le fettuccine in acqua bollente, scoliamole al dente e versiamole nella padella con due cucchiai di acqua di cottura;
  • Uniamo prezzemolo, basilico, pepe e olio e infine aggiustiamo di sale;
  • Serviamo ben calde completando con il pecorino. 
IMG_9572.JPG

Uova Strapazzate Perfette

I piatti a base di uova sono spesso i più sottovalutati da parte degli "chef casalinghi"; che mai ci vorrà a fare un paio di uova al tegamino o delle uova strapazzate? In realtà sono tutte ricette che nascondono diverse insidie; con i giusti accorgimenti però, saremo in grado di servire delle uova perfette!

Ingredienti per 2 persone

IMG_9511.JPEG
  • 4 uova
  • sale e pepe
  • burro
  • Casseruola antiaderente  

Procedimento

  • Rompiamo le uova all'interno della casseruola insieme a due/tre noci di burro; 
  • Poniamo la casseruola su fuoco alto e iniziamo a mescolare continuando a pulire il fondo per evitare che le uova si attacchino; 
  • Dopo trenta secondi togliamo dal fuoco per rallentare la cottura, continuiamo a mescolare e riponiamo di nuovo sul fuoco; 
  • Continuiamo così, alternando tra fornello e fuori da esso, per circa tre/quattro minuti finché non vedete che le uova iniziano ad assumere consistenza; 
  • A piacere, aggiungete un cucchiaio di panna o latte per renderle più cremose; 
  • Servite ancora calde su una fetta di pane tostato e accompagnate con funghi, pomodori o bacon. 
FullSizeRender.jpg

Risotto ai Gamberi con Profumo di Agrumi

Settimana scorsa abbiamo imparato come pulire i gamberi, oggi li utilizziamo in questo risotto reso ancora più saporito dalla scorza di limone grattugiata! 

Ingredienti per 4 persone

IMG_9346.JPG
  • 320 g di Riso Carnaroli
  • 60 g di Burro
  • 1 dl di Vino Bianco leggermente frizzante
  • 1 L di Brodo di Pesce
  • 1 cucchiaio di cipolla tritata fine
  • 1 Limone
  • 20 Gamberi rossi

Procedimento

  • Pulite i Gamberi (come visto settimana scorsa qui) e tagliateli a pezzetti, conservatene quattro interi come decorazione;
  • Per prima cosa riponiamo il burro in freezer per raffreddarlo, lo useremo alla fine per mantecare il risotto;
  • Far bollire il Brodo di pesce a parte;
  • Fate stufare per qualche minuto la cipolla assieme a poco burro;
  • In una casseruola fate tostare il vino per qualche minuto e aggiungetevi il vino per sfumare;
  • Aggiungete la cipolla;
  • Un mestolo per volta aggiungete il Brodo in modo che il liquido copra la superficie del riso e iniziate a mescolare;
  • Continuate mescolando e aggiungendo il Brodo fino al termine della cottura;
  • Mentre cuoce il risotto saltate in padella con un filo d'olio i gamberi per uno/due minuti;
  • Aggiungete al riso i gamberi e il burro freddo e mantecate;
  • Aggiungete della scorza di limone grattugiata.

Presentazione

  • Stendete il risotto su un piatto piano;
  • Posizionate due Gamberi interi al centro del piatto;
  • Concludete con un'ultima grattugiata di scorza di limone.

Chips Croccanti

Croccanti e gustose, adatte per una veloce merenda o una cena tra amici. Ma soprattutto velocissime da preparare!

Ingredienti Per 4 Persone

  • 4 Patate di medie dimensioni  
  • Olio per friggere
  • Sale

Preparazione 

  • Lavate le patate e pelatele;
  • Con una mandolina, tagliatele a fette molto sottili; 
  • Lasciatele sgorgare per 30 minuti in acqua fredda;
  • Asciugatele su una teglia con della carta; 
  • Riscaldate dell'olio di semi in una padella; 
  • Quando in temperatura iniziate a friggere le chips poche per volta; 
  • Cuocetele per circa 2 minuti girandole qualche volta, quando sono dorate e sembrano croccanti sono pronte; 
  • Fatele asciugare dall'olmo e poi ponetele in una pirofila al caldo; 
  • Salatele e servitele. 
IMG_9054.JPG

Risotto Alla Monzese

Oggi facciamo un salto nella tradizione lombarda, anzi brianzola, con uno dei suoi piatti simbolo: il risotto alla monzese con salsiccia luganega!

IMG_8273.JPG

Ingredienti Per 4 Persone

  • 400 g di Riso Arborio
  • 500 g di Salsiccia Luganega
  • Mezza Cipolla Affettata
  • Mezzo Bicchiere di Vino Bianco
  • Mezzo Bicchiere di Vino Rosso
  • 2 l di Brodo di Manzo
  • Burro, Sale e Pepe q.b. 

Procedimento

  • In una casseruola fate spumeggiare del burro insieme alla cipolla; 
  • Quando imbiondisce fate tostare il riso per qualche secondo e sfumate col vino; 
  • Continuando a mescolare aggiungete poco a poco il brodo, mano mano che si asciuga; 
  • Continuate per circa 20 minuti; 
  • A parte preparate la luganega e foratene l'involucro;
  • Sbollentatela per 10 minuti (facoltativo) ;
  • Fatela rosolare in padella da entrambi i lati per dieci minuti innaffiandola col vino rosso (se non l'avete sbollentata, rosolatela per 15/20 minuti); 
IMG_8274.JPG

 

  • Lasciatela riposare coperta per 10 minuti a fuoco spento;  

Presentazione

  • In un piatto fondo disponete il risotto e appiattitelo colpendo il fondo del piatto; 
  • Disponetevi sopra qualche pezzo di salsiccia; 
  • Aggiungete un po' di sugo di cottura e servite. 

Spaghettata Salva Serata

Uno dei rituali cui noi italiani non sappiamo fare a meno è sicuramente la spaghettata: che sia per una tranquilla cena tra amici o di ritorno dal cinema non possiamo rinunciarci. Ecco a voi quattro varianti che potete tranquillamente preparare mentre la pasta cuoce.

Spaghetti Aglio, Olio e Peperoncino

La più classica delle spaghettate, fate saltare gli spaghetti con uno spicchio d'aglio, olio e una spruzzata di peperoncino; per i più coraggiosi si può aggiungere l'aglio a crudo direttamente sulla pasta.

Spaghetti Aglio, Olio e Peperoncino di Alessandro Negrini

Spaghetti Aglio, Olio e Acciughe

Una variante della precedente per chi non gradisce il peperoncino; fate saltare i filetti di acciughe con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio. Fate attenzione a non salare troppo la pasta considerato il sapore "strong" delle acciughe.

Spaghetti Pomodorini e Pancetta

Versione "veloce" e "sbagliata" del sugo alla Amatriciana; tagliate i pomodorini a spicchi, fate saltare la pancetta in una padella e quando mancano circa 5 minuti alla cottura della pasta aggiungete i pomodori. Fate saltare gli spaghetti nel sugo per insaporirli.

Spaghetti ai Sapori Mediterranei

Una ricetta che profuma d'estate. Tagliate a spicchi i pomodorini e sminuzzate le olive nere. Fate cuocere con un filo d'olio e della cipolla per 6/7 minuti, aggiungendo un pochino di acqua di cottura se vedete che si sta asciugando troppo; terminate guarnendo con dei meravigliosi fiori di capperi siciliani.

Filetti di Triglia con Guanciale Croccante e Pomodoro

Mi ha sempre incuriosito la triglia: l'ho vista più volte, soprattutto in televisione cucinata dallo chef Cannavacciuolo. Per questo ho deciso di provare a cucinarle in questa maniera.

Ingredienti per 4 persone

  • 8 filetti di triglia
  • 1 kg di pomodori ramati
  • 4 fette pane casereccio
  • Mezza cipolla
  • 100 g di Guanciale
  • 1 spicchio d'aglio
  • Peperoncino fresco
  • Basilico
  • Olio extravergine d'oliva

 

Preparazione

  • Pulite i pomodori eliminandone i semi e tagliateli a pezzetti;
  • In una casseruola, fate cuocere per 25-30 minuti i pomodori insieme a uno spicchio d'aglio, il peperoncino, un mazzetto di foglie di basilico, un paio di cucchiai di olio e un pizzico di sale;
  • Controllate i filetti di triglia: se necessario finite di squamarli con un coltello e eliminate con una pinzetta le lische;
  • Affettate la cipolla e stufatela in una padella con un filo d'olio per 5 minuti, poi unite il guanciale tagliato a fettine e cuocete finché no è croccante (stando attenti a non far bruciare la cipolla);

 

  • Eliminate aglio, peperoncino e basilico e passate col passaverdure i pomodori in modo tale da creare una salsa;
  • Ungete con un filo d'olio le fette di pane e grigliatele in padella o al forno per una manciata di minuti, quando sono pronte tagliatele a bastoncini;
  • Rosolate i filetti di triglia per 2/minuti in una padella con un cucchiaio di olio, iniziando dal lato della pelle; 
IMG_7973.JPG

Presentazione

  • Disponete su un piatto fondo un letto di cipolle e guanciale; sopra di esso ponete i bastoncini di pane e appoggiatevi i filetti di triglia;
  • Accompagnate con la salsa in delle ciotoline.
IMG_7975.JPG

L'Antipasto Immancabile: la Bruschetta

IMG_7970.JPG

Onnipresente nella sezione antipasti di moltissimi ristoranti italiani, la classica bruschetta fa parte da anni della tradizione italiana:nasce come spuntino degli agricoltori campani che condivano delle fette di pane abbrustolito con i pomodori appena raccolti. Oggi voglio proporvi quattro varianti alla classica bruschetta per stupire i vostri amici.

Bruschetta Noci, Pere e Formaggio di Capra

  • 60 g di formaggio di capra
  • 1 pera, tagliata a fettine sottili
  • Succo di limone
  • Noci tagliate a metà
  • Pepe

Spalmate il formaggio di capra sulla bruschetta e sistematevi sopra una fetta di pera. Spruzzate il limone, pepate e aggiungete metà noce su ciascun pezzo.

Bruschetta Gamberi e Pomodorini Colorati

  • Pomodori ciliegina colorati
  • Olio d'oliva
  • Sale e Pepe
  • Gamberi

Sgusciate i gamberi e togliete delicatamente l'intestino, fateli saltare in padella per pochi secondi. Sulla fetta di pane sistemate un gambero e qualche fetta di pomodorino di diverso colore; aggiungete un goccio d'olio e un pizzico di                                             sale e pepe.

Bruschetta Peperoni Grigliati e Pinoli

  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • Olio di oliva
  • Olive nere denocciolate
  • Pinoli tostati

Arrostite i peperoni: infilzateli con un forchettone e passateli sulla fiamma del fornello finché la pelle non è bruciata; spellateli e tagliateli a strisce eliminando torsolo e semi. Sistemateli sulla bruschetta insieme alle olive e ai pinoli, bagnando con un goccio di olio.

Bruschetta Carpaccio e Pomodorini 

  • Pomodorini ciliegina
  • Magatello di Manzo
  • Aglio
  • Olio
  • Prezzemolo
  • Alici
  • Sale 
  • Pepe

Tagliate a metà i pomodorini, strizzandoli leggermente per eliminare i semi; preparate un trito di prezzemolo, aglio e alici e marinateci i pomodori (disposti su un piatto). Condite la carne con un filo d'olio, sale e pepe. Disponete le fette di carne sul pane, aggiungetevi sopra i pomodorini e finite di condire con un pizzico di marinatura.

Spaghetti Vongole e Guanciale con Acqua allo Zafferano

L'altra sera, in uno dei miei esperimenti, ho cercato di replicare una ricetta dello chef Mauro Uliassi provando a semplificarla leggermente in modo tale da riuscirla a prepararla a casa.

Ingredienti

  • 100 g di guanciale
  • 250 g di vongole
  • Pochi grammi di pistilli di zafferano (o due bustine)
  • 250 ml di brodo di pesce
  • Pomodorini datterini
  • Uno spicchio d'aglio
  • Olio

Preparazione 

  • In un dito d'acqua bollente mettete in infusione lo zafferano per circa 20 minuti;
  • Mettete a bollire nel brodo metà del guanciale;
  • Bollite per 15 secondi i pomodorini, immergeteli subito in acqua e ghiaccio poi spellateli e grigliateli per circa 3 minuti;
IMG_7866.JPG
  • Bollite le vongole per 20 seconde, scolatele tenendo da parte un pò della loro acqua; sgusciatele e mettetele da parte;
  • In acqua bollente cuocete gli spaghetti;
  • In una padella cuocete il guanciale restante fino a farlo diventare croccante;
  • In un'altra padella fate rosolare uno spicchio con un filo d'olio;
  • A circa tre quarti di cottura degli spaghetti (9 minuti circa), scolateli e mantecateli in padella col brodo di pesce, l'acqua delle vongole e, a un minuto dalla fine della cottura, terminate con l'acqua allo zafferano e aggiungete il guanciale.
IMG_7868.JPG

Presentazione

  • In un piatto fondo create un nido con gli spaghetti e aggiungete le vongole e i pomodorini grigliati.

Risotto Fontina e Pere

 Ricetta per un primo piatto cremoso e goloso perfetto per le fredde serate invernali.

Ingredienti (Per 4 persone)

  • 400 g di Riso
  • Brodo (In alternativa 1 litro di acqua e mezzo dado)
  • 2 Pere
  • 250 g di Fontina
  • Cipolla
  • Burro
  • 200 ml di Vino Bianco

Preparazione

  • Tagliate 1 pera e mezzo a dadini molto piccoli (circa 1 cm), la metà che avanza tagliatela a fette per guarnire (3 o 4 fette per piatto);
  • Tagliate anche la fontina a dadini;
  • Fate sudare la cipolla con il burro in una pentola;
  • Tostate il riso per qualche secondo e sfumatelo con il vino bianco;
  • Quando il vino è completamente evaporato, iniziate ad aggiungere il brodo (senza esagerare, non fate affogare il riso);
  • Continuate a mescolare (sempre nello stesso verso) e ad aggiungere il brodo per tutto il tempo necessario alla cottura;

 

  • Quando mancano circa 5 minuti alla fine della cottura, aggiungete la fontina e le pere continuando a mescolare e facendo sciogliere il formaggio.

Presentazione

  • In un piatto fondo ponete due cucchiai di risotto, battete col palmo della mano sul fondo del piatto per stendere il riso;
  • Per terminare sistemate al centro le fette di pera.