Riso Basmati, Fragranza d'Oriente

Ciao a tutti; oggi parliamo del riso basmati, una varietà proveniente di campi dell'India e del Pakistan. Il suo nome significa "Regina di Fragranza" e deriva dal sanscrito. I chicchi di questa tipologia di riso sono lunghi e stretti e raddoppiano di dimensioni durante la cottura ma rispetto ad altre varietà non sono appiccicosi e rimangono ben separati.

 

Il riso basmati è caratterizzato dal chicco lungo e da un profumo intenso

Come molti di voi sapranno; nella cucina orientale non si utilizza il pane che viene sostituito dal riso in bianco, condito con un filo di salsa di soia. Questa varietà non è adatta per i risotti e si presta maggiormente per piatti tipici della cucina asiatica, come ad esempio il riso alla cantonese, o può essere utilizzato come accompagnamento dei vostri piatti, per esempio insieme a del pollo al curry.

 

 

 

 

 

Cucinare il riso basmati non è semplice e vanno seguiti alcuni passaggi, vediamoli insieme:

Sciacquate il riso fino a quando l'acqua non diventa limpida

  • Mettete del riso in un colino e appoggiatelo su una ciotola piena d'acqua, rigiratelo con una mano varie volte per eliminare l'amido; dopo qualche minuto scolatelo;
  • Ripete il processo di lavaggio fino a quando l'acqua non diventa limpida, se volete fare più in fretta potete anche sciacquarlo sotto il lavandino;
  • Mettetelo in ammollo per circa 20 minuti (in realtà il tempo d'ammollo varia in base alla qualità del riso ma 25/30 minuti possono essere sufficienti), questa fase di ammollo permette ai chicchi di assorbire l'acqua e di non rompersi durante la cottura;
  • Riempite una pentola (non troppo grande) con una tazza e mezza d'acqua per ogni tazza di riso (una normale tazza da colazione basta per 2/3 persone);
  • Chiudete la pentola e accendete a fiamma alta fino a bollore. A questo punto abbassate al minimo la fiamma e lasciate il coperchio aperto di un paio di millimetri e contate dieci minuti di cottura (o fino a quando non è evaporata tutta l'acqua);
  • Terminati i dieci minuti chiudete il coperchio e lasciate riposare per altri dieci minuti senza mai aprire. Sgranate il riso con una forchetta e poi siete pronti per servire.

Una tazza e mezza di acqua e una tazza di riso

Dopo la prima volta vi potete già fare un'idea dei tempi e delle quantità, soprattutto per quanto riguarda le tazze d'acqua (anche se di solito la proporzione una tazza di riso e una tazza e mezza d'acqua funziona).

Come vi ho già detto il riso basmati è una varietà di riso che si presta a molte preparazione: da semplice contorno di altri piatti fino a vero protagonista di molte pietanze; quindi non vi resta altro che sbizzarrirvi con le idee e provare!

A presto!